Promuovi la tua campagna


Domanda per diventare gestore di un portale di equity crowdfunding


Il contenuto della domanda da presentare alla Consob

Per essere inseriti all'interno del registro dei gestori di portali di equity crowdfunding è necessario presentare una domanda alla Consob1. Tale domanda, oltre a dover essere sottoscritta dal legale rappresentante della società, deve indicare «la denominazione sociale, la sede legale e la sede amministrativa della società, la sede della stabile organizzazione nel territorio della Repubblica per i soggetti comunitari, l'indirizzo del sito Internet del portale, il nominativo e i recapiti di un referente della società»2. E' necessario allegare anche3 copia dell'atto costitutivo e dello statuto societario, l'elenco dei soggetti che detengono il controllo con l'indicazione delle rispettive quote di partecipazione in valore assoluto e in termini percentuali con l'indicazione del soggetto tramite il quale si detiene la partecipazione indiretta, la documentazione che attesti la verifica dei requisiti di onorabilità dei soggetti che detengono il controllo della società4, i nominativi dei soggetti che svolgono le funzioni di amministrazione direzione e controllo, il verbale della riunione nel corso della quale l'organo di amministrazione ha verificato il possesso dei requisiti di professionalità e di onorabilità per ciascuno dei soggetti chiamati a svolgere funzioni di amministrazione, direzione e controllo corredato dei relativi allegati e, infine, la relazione sull'attività d'impresa.
Relativamente ai gestori di diritto di piattaforme di equity crowdfunding è necessaria un'ulteriore precisazione. In particolare, le SIM (Società di Intermediazione Mobiliare), le imprese di investimento UE, le imprese di Paesi terzi diverse dalle banche autorizzate in Italia, le SGR (Società di Gestione del Risparmio), le SICAV (Società di Investimento a Capitale Variabile) e le SICAF (Società di Investimento a Capitale Fisso) che gestiscono direttamente i propri patrimoni, società di gestione UE, i GEFIA UE (Gestori di Fondi di Investimento Alternativi UE), i GEFIA non UE, i gestori di EuVECA ('European Venture Capital Funds', ovvero Fondi Europei per il Venture Capital) ed i gestori di EuSEF ('European Social Entrepreneurship Funds', ossia Fondi Europei per l'Imprenditoria Sociale), limitatamente all'offerta di quote o azioni di OICR che investono prevalentemente in piccole e medie imprese e alle banche, autorizzati ai relativi servizi di investimento, devono comunicare alla Consob, prima dell'avvio dell'operatività, «lo svolgimento del servizio di gestione di portale indicando la denominazione sociale, l’indirizzo del sito internet del portale, il corrispondente collegamento ipertestuale nonché il nominativo e i recapiti di un referente della società»5. Tale comunicazione deve altresì essere sottoscritta dal legale rappresentante della società6.
Per quanto riguarda la relazione sull'attività d'impresa (di cui si è detto sopra) e sulla contestuale relazione sulla struttura organizzativa dell'azienda è necessario che il gestore, che intende essere iscritto all'interno del Registro Consob per la gestione di portali equity-based, descriva - in maniera dettagliata - le attività che intende svolgere7. In particolare, il gestore deve indicare le informazioni relative8:
  1. All'attività di impresa, fornendo le seguenti informazioni:
    1. «Le modalità per la selezione delle offerte da presentare sul portale;
    2. L'attività di consulenza eventualmente prestata in favore dell'offerente in materia di analisi strategiche e valutazioni finanziarie, di strategia industriale e di questioni connesse;
    3. Se intende pubblicare informazioni periodiche sui traguardi intermedi raggiunti da''offerente i cui strumenti finanziari sono offerti sul portale e/o report periodici sull'andamento delle medesime società;
    4. Se intende predisporre eventuali meccanismi di valorizzazione periodica degli strumenti finanziari acquistati tramite il portale ovvero di rilevazione dei prezzi delle eventuali transazioni aventi ad oggetto tali strumenti finanziari;
    5. Se intende predisporre eventuali meccanismi atti a facilitare i flussi informativi tral'offerente e gli investitori o tra gli investitori»9;
    6. La descrizione delle procedure interne finalizzate alla verifica, per ogni ordine di adesione alle offerte ricevuto, che il cliente abbia il livello di esperienza e conoscenza necessario per comprendere le caratteristiche essenziali e i rischi che l'investimento comporta, in particolare sul rischio di illiquidità, qualora intenda per ogni ordine di adesione alle offerte ricevuto10;
    7. Altre eventuali attività;
  2. Alla struttura organizzativa, fornendo in maniera dettagliata almeno le seguenti informazioni:
    1. «Una descrizione della struttura aziendale (organigramma, funzionigramma ecc.) con l'indicazione dell'articolazione delle deleghe in essere all'interno dell'organizzazione aziendale e dei meccanismi di controllo predisposti nonché di ogni altro elemento utile ad illustrare le caratteristiche operative del gestore;
    2. L'eventuale piano di assunzione del personale e il relativo stato di attuazione, ovvero l'indicazione del personale in carico da impiegare per lo svolgimento dell'attività11;
    3. Le modalità, anche informatiche, per assicurare il rispetto degli obblighi previsti12 [...];
    4. I sistemi per gestire gli ordini raccolti dagli investitori ed in particolare per assicurare il rispetto delle condizioni previste13 [...];
    5. Le modalità per la trasmissione degli ordini raccolti dagli investitori ai soggetti che ricevono e perfezionano gli ordini14;
    6. Una descrizione della infrastruttura informatica predisposta per la ricezione e trasmissione degli ordini degli investitori (affidabilità del sistema, security, integrity, privacy ecc.);
    7. Il luogo e le modalità di conservazione della documentazione;
    8. La politica di identificazione e di gestione dei conflitti di interesse;
    9. La politica per la prevenzione delle frodi e per la tutela della privacy;
    10. L'eventuale affidamento a terzi:
      • Della strategia di selezione delle offerte da presentare sul portale, specificando l'ampiezza e il contenuto dell'incarico;
      • Di altre attività o servizi;
      • In particolare, andranno specificate le attività affidate, i soggetti incaricati, il contenuto degli incarichi conferiti e le misure per assicurare il controllo sulle attività affidate e per mitigarne i rischi connessi;
    11. L'eventuale presenza di incarichi di selezione delle offerte ricevuti da altri gestori, indicando l'ampiezza e il contenuto degli stessi;
    12. La struttura delle commissioni per i servizi offerti dal gestore»15.

_________________

1. Si veda l'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
2. La citazione fa riferimento alla parte A, al numero 1, dell'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
3. Il riferimento è il punto 2 della parte A dell'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
4. In particolare la lettera c) del comma 2 della Domanda di autorizzazione per l'iscrizione nel registro dell'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013 ricordara che tale documentazione consiste in quanto segue. Per le persone fisiche: «dichiarazione sostitutiva di atto notorio/certificazione (ai sensi deglarticoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445) attestante l'insussistenza di una delle situazioni di cui all'articolo 8 del Regolamento; dichiarazione sostitutiva di atto notorio/certificazione (ai sensi degli articoli 46 e 47 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445) attestante l'insussistenza di una delle situazioni di cui all'articolo 11 del Regolamento; dichiarazione sostitutiva resa ai sensi dell'art. 46 del decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445 della certificazione del registro delle imprese recante la dicitura antimafia». Per le persone giuridiche il «verbale del consiglio di amministrazione o organo equivalente da cui risulti effettuata la verifica del requisito in capo agli amministratori e al direttore ovvero ai soggetti che ricoprono cariche equivalenti nella società o ente partecipante».
5. La citazione si riferisce alla seconda parte (Comunicazione per l'annotazione nella sezione speciale del registro) dell'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
6. Il riferimento è alla seconda parte (Comunicazione per l'annotazione nella sezione speciale del registro) dell'Allegato 1 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
7. I contenuti della realazione sull'attività d'impresa e sulla struttura organizzativa sono racchiusi nell'Allegato 2 al Regolamento Consob n. 18592/2013. 
8. L'Allegato 2 che si riporta qui di seguito si riferisce all'art. 50-quinquies, comma 5, lett. a) del TUF.
9. Si è citata la parte A dell'Allegato 2 al Regolamento Consob n. 18592/2013.
10. Oltre all'Allegato 2, i riferimenti - in questo caso - sono agli artt. 13 (al comma 5-bis) e 15 (al comma 2, lettera b) del Regolamento Consob n. 18592/2013.
11. La parte B dell'Allegato 2 al Regolamento Consob n. 18592/2013 ricorda anche che: «in tale sede, andrà altresì specificata l'eventuale presenza di dipendenti o collaboratori che abbiano svolto attività professionali o attività accademiche o di ricerca certificata presso Università e/o istituti di ricerca, pubblici o privati, in Italia o all'estero, in materie attinenti ai settori della finanza aziendale e/o dell'economia aziendale e/o del diritto societario e/o marketing e/o nuove tecnologie e/o in materie tecnico-scientifiche, con indicazione dei relativi ruoli e funzioni svolti all'interno dell'organizzazione aziendale».
12. Il riferimento è agli artt. 13, 14, 15 e 16 del Regolamento Consob n. 18592/2013.
13. Ai sensi dell'art. 17, comma 1, del Regolamento Consob n. 18592/2013.
14. Tale previsione è stata aggiunta dalla delibera Consob 29 novembre 2017 n. 20204 del 5 dicembre 2017 che ha modificato la precedente versione del Regolamento sull'equity crowdfunding italiano.
15. Si è citata la parte B dell'Allegato 2 al Regolamento Consob n. 18592/2013.



Commenti




Come finanziare una start-up innovativa
Come finanziare una start-up innovativa
G. Bartolomei, A. Marcozzi
2015
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova frontiera del dono
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova ...
A. M. Siccardi, V. Vitali
2018
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione in Italia: il quadro generale
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione ...
I. Cultera
2015
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare i tuoi progetti evitando le banche
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare ...
F. Troisi, A. Giusti
2014
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o dei 'folli'?
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o ...
G. Quaranta
2016





PER CONOSCERCI MEGLIO

Chi siamo
About Us
FAQ
Privacy
Contatti
CROWD-FUNDING.CLOUD

©2020 Crowd-Funding.cloud
Credits: Realizzazione siti Torino