Promuovi la tua campagna


Due casi particolari di ricompense: reward e ICO


Reward crowdfunding e Initial Coin Offering

In tema di ricompense nel crowdfunding può essere interessante riflettere su due casistiche molto particolari.
La prima che, a oggi, non è ancora stata approfondita dai vari legislatori europei riguarda l'inclusione del reward crowdfunding nei modelli di raccolta fondi finanziari. Infatti, esso rappresenta una tipologia di raccolta fondi online in cui, prima una moltitudine di persone (la 'folla' di Internet) sostiene con il proprio denaro la realizzazione di un prodotto (di un servizio), e, poi, proprio grazie ai soldi raccolti, il progettista (persona fisica o persona giuridica) potrà avviare la produzione del bene (la prestazione del servizio). Nella sostanza si è di fronte ad una compravendita futura1 che si perfeziona con la realizzazione del prodotto (l'erogazione del servizio). In tal senso si verifica un finanziamento del capitale circolante2 del progettista da parte dei suoi clienti, i backer. La ricompensa ai sostenitori della campagna resta sempre di natura non finanziaria, trattandosi di un bene o di un servizio, ma è la tipologia di raccolta fondi effettuata dal progettista stesso che potrebbe essere considerata di natura finanziaria, essendo - sotto certi aspetti - un finanziamento del working capital3. La questione, come detto, non è ancora stata disaminata a fondo dagli enti competenti e, per questa ragione, è stata riportata a mero titolo informativo.
La seconda casistica riguarda le ICO, ossia le Initial Coin Offering4, tipiche del settore della blockchain5 e delle criptovalute6. Alcuni autori7 le considerano alla stregua del reward-based crowdfunding in cui il backer ottiene una certa moneta virtuale come ricompensa per il finanziamento dell'azienda emittente la ICO, ossia per l'acquisto delle sue criptovalute. Tuttavia, non essendo ancora stata avviata una vera e propria regolamentazione del settore, non si può dire molto di più sul tema. Pertanto, come per la casistica del reward crowdfunding come modello finanziario, anche in questo caso, l'esempio è stato qui proposto a titolo puramente informativo.

_________________

1. Per un approfondimento sul tema si veda l'intervista rilasciata all'Avv. A. M. Lerro (Presidente dell'Associazione Italiana Equity Crowdfunding) dello Studio Lerro & Partners presente in I. PAIS-P. PERETTI-C. SPINELLI, Crowdfunding. La via collaborativa all'imprenditorialità, Egea, 2014., pp. 15 ss..
2. e 3. Il capitale circolante, anche definito 'working capital', «rappresenta l'ammontare di risorse che compongono e finanziano l'attività operativa di una azienda ed è un indicatore utilizzato allo scopo di verificare l'equilibrio finanziario dell'impresa nel breve termine» (Wikipedia).
4. Le ICO sono delle operazioni con cui si raccolgono fondi per delle nuove criptovalute.
5. «Una blockchain (in italiano letteralmente: catena di blocchi) è una base di dati distribuita, introdotta dalla valuta Bitcoin che mantiene in modo continuo una lista crescente di record, i quali fanno riferimento a record precedenti presenti nella lista stessa ed è resistente a manomissioni. La prima e più conosciuta applicazione della tecnologia blockchain è la visione pubblica delle transazioni per i bitcoin, che è stata ispirazione per altre criptovalute e progetti di database distribuiti» (Wikipedia). Il Bitcoin, a sua colta, è una moneta elettronica che non fa uso di un ente centrale, ma «utilizza un database distribuito tra i nodi della rete che tengono traccia delle transazioni, ma sfrutta la crittografia per gestire gli aspetti funzionali, come la generazione di nuova moneta e l'attribuzione della proprietà dei bitcoin» (Wikipedia).
6. Una criptovaluta «è una valuta paritaria, decentralizzata digitale la cui implementazione si basa sui principi della crittografia per convalidare le transazioni e la generazione di moneta in sé» (Wikipedia).
7. In particolare questo è il pensiero di Philippe Dardier, fondatore di Barramundi Investments, che all'interno della 6th ECN Crowdfunding Convention di Vilnius del 2017 ha sostenuto questa tesi. Per maggiori informazioni invitiamo alla consultazione del nostro articolo sull'evento. Anche Fabio Allegreni nel suo articolo su Crowdfunding Buzz è dello stesso avviso.



Commenti




Crowdfunding e personal fundraising: la nuova frontiera del dono
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova ...
A. M. Siccardi, V. Vitali
2018
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione in Italia: il quadro generale
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione ...
I. Cultera
2015
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare i tuoi progetti evitando le banche
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare ...
F. Troisi, A. Giusti
2014
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o dei 'folli'?
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o ...
G. Quaranta
2016
Crowdfunding. La via collaborativa all’imprenditorialità
Crowdfunding. La via collaborativa all’imprenditorialità
I. Pais, P. Peretti, C. Spinelli
2014





PER CONOSCERCI MEGLIO

Chi siamo
About Us
FAQ
Privacy
Contatti
CROWD-FUNDING.CLOUD

©2019 Crowd-Funding.cloud
Credits: Realizzazione siti Torino