Promuovi la tua campagna


Gli attori del crowdfunding


I principali player coinvolti nel crowdfunding

E' possibile individuare una serie di attori principali del crowdfunding: progettista, piattaforma, "folla", consulenti, intermediari per gli scambi monetari ed enti di vigilanza.

1. Progettista. La persona fisica (privato) oppure la persona giuridica (società, fondazione, associazione e così via) che lancia la campagna di crowdfunding per sostenere la propria idea o il proprio progetto tramite i seguenti modelli: donation, equity, pre-purchase, reward (pre-selling) e royalty oltreché civic, corporate e do-it-yourself. In senso lato il progettista è anche colui che ha una necessità da finanziare attraverso il social lending (e microlending) o l'invoice crowdfunding.

2. Piattaforma. Il portale in cui si lanciano le campagne di crowdfunding che rappresenta il luogo virtuale in cui avviene l'incontro tra domanda (finanziatori) e offerta (progetti) di idee online. La piattaforma è, dunque, il luogo in cui avviene la raccolta fondi.

3. "Folla", ossia i finanziatori. Il cd. "crowd", ossia la "folla" che popola Internet, rappresenta l'elemento cardine per la realizzazione di una campagna di crowdfunding. Si tratta della moltitudine di individui online che, nel suo insieme, attraverso l'investimento di somme di piccola entità (o di grande entità nel caso di grandi investitori), può consentire ai progettisti delle campagne di crowdfunding di raccogliere i fondi necessari per la realizzazione delle proprie idee e/o per sostenere le proprie necessità.

4. Consulenti. Sono gli advisor che accompagnano il progettista nella campagna di crowdfunding. E' possibile dividere questi specialisti in due categorie: classici e nuovi. Gli advisor classici, in genere, coincidono con avvocati, commercialisti e notai o, comunque con figure professionali simili. I nuovi advisor, al contrario, sono legati al mondo web ed al digital marketing e si occupano principalmente della gestione della comunicazione e della promozione della campagna di crowdfunding online.

5. Intermediari per gli scambi monetari. In tale categoria si annoverano i soggetti che gestiscono i pagamenti online. Infatti, di solito, le piattaforme si affidano a provider esterni sia del mondo online (come a titolo esemplificativo PayPal) sia alle classiche banche per la gestione delle transazioni di denaro tra finanziatori e progettisti.

6. Enti di vigilanza. Sono i soggetti che, in base alle leggi di ogni Stato, sono preposti al controllo di determinati settori. Per quanto attiene al crowdfunding, in Italia, gli organi di vigilanza di primo piano sono la Consob (Commissione Nazionale per le Società e la Borsa) e Banca d'Italia (Bankitalia). Oltre a queste, in ambito europeo, anche se non è un vero e proprio ente di vigilanza, si può citare l'European Crowdfunding Network (ECN). Negli Stati Uniti, invece, il controllo è esercitato dalla SEC (Securities and Exchange Commission).



Commenti




Come finanziare una start-up innovativa
Come finanziare una start-up innovativa
G. Bartolomei, A. Marcozzi
2015
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova frontiera del dono
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova ...
A. M. Siccardi, V. Vitali
2018
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione in Italia: il quadro generale
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione ...
I. Cultera
2015
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare i tuoi progetti evitando le banche
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare ...
F. Troisi, A. Giusti
2014
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o dei 'folli'?
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o ...
G. Quaranta
2016





PER CONOSCERCI MEGLIO

Chi siamo
About Us
FAQ
Privacy
Contatti
CROWD-FUNDING.CLOUD

©2019 Crowd-Funding.cloud
Credits: Realizzazione siti Torino