Promuovi la tua campagna


Impennata dell'indice dell'equity crowdfunding italiano a quota 105,54


L'indice accelera del +3,7% e la raccolta aumenta del +4,5%

L'indice italiano dell'equity crowdfunding si impenna e tocca quota 105,54, secondo le più recenti stime, aggiornate al 2 marzo 2018 e riferite ai dati dello scorso febbraio. Il valore dell'indice segna un netto balzo in avanti a +3,7% rispetto allo scorso gennaio, raggiungendo - per altro - il livello più alto da quando è stato lanciato.
L'Italian Equity Crowdfunding Index è «un indice sintetico dell'apprezzamento 'teorico' del valore dei titoli sottoscritti dalla 'folla' di Internet» che è stato introdotto dalla School of Management del Politecnico di Milano (PoliMi).
Tale indice fa riferimento al solo fenomeno dell'equity crowdfunding italiano e ai primi di marzo si riferiva al seguente scenario. I portali effettivamente operativi in Italia (senza considerare quelli in fase di lancio) erano 22, di cui 20 in qualità di 'gestori autorizzati' e due come gestori 'di diritto'; senza novità rispetto a quanto rilevato lo scorso dicembre 2017. Il totale delle offerte pubblicate era pari a 173, delle quali il 63% concluse con successo, valore piuttosto stabile rispetto a gennaio 2018. Le società che hanno fatto ricorso all'equity crowdfunding sono state 165. Suddividendole per tipologia, le percentuali - ancora una volta - sono rimaste relativamente stabili rispetto al mese precedente: l'89% delle aziende erano start-up innovative, l'8% PMI innovative, il 2% veicoli di investimento e circa l'1% altre tipologie di PMI. Il target medio di raccolta si è attestato a € 231.004, importo di quasi 15.000 Euro più elevato rispetto a gennaio 2018. La quota media del capitale proprio offerto è rimasta pressoché invariata, attestandosi sul 15%. Considerando le sole 96 campagne chiuse con successo, la percentuale media di raggiungimento del target è stata del 165,5% (valore in aumento in confronto ai mesi precedenti) e il numero medio di investitori di ogni progetto è stato di circa 60. In definitiva, il capitale complessivamente raccolto da quando l'equity crowdfunding è stato introdotto nell'ordinamento giuridico italiano ha superato i 22,5 milioni di Euro: +4,5% (vale a dire oltre 1 milione di Euro) dall'ultima rilevazione. Le piattaforme con il maggior numero di campagne pubblicate - a partire dal primo gennaio 2013 - sono state, in ordine: CrowdFundMe (34), StarsUp (29) e Mamacrowd (27). In termini di fondi raccolti per ogni progetto sono sempre gli stessi portali a primeggiare, ma con una classifica differente. Al primo posto c'è Mamacrowd con 5,9 milioni di Euro, seguita da CrowdFundMe con 4,4 milioni di Euro e poi da StarsUp con 3,3 milioni di Euro. Tali posizioni si riferiscono al 5 marzo 2018 e rispecchiano pedestremente la classifica stilata negli scorsi mesi.

* Le immagini riportate sono state realizzate dal Politecnico di Milano sulla base dei dati raccolti dallo stesso ente e sono gratuitamente consultabili sul sito dell'Osservatorio sul Crowdinvesting.



Commenti




Come finanziare una start-up innovativa
Come finanziare una start-up innovativa
G. Bartolomei, A. Marcozzi
2015
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova frontiera del dono
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova ...
A. M. Siccardi, V. Vitali
2018
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione in Italia: il quadro generale
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione ...
I. Cultera
2015
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare i tuoi progetti evitando le banche
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare ...
F. Troisi, A. Giusti
2014
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o dei 'folli'?
Crowdfunding. Il finanziamento della folla, o ...
G. Quaranta
2016





PER CONOSCERCI MEGLIO

Chi siamo
About Us
FAQ
Privacy
Contatti
CROWD-FUNDING.CLOUD

©2019 Crowd-Funding.cloud
Credits: Realizzazione siti Torino