Promuovi la tua campagna


Regolamento ECSP entro fine mandato, il resoconto del 7th ECN CrowdCon


Il futuro del crowdfunding si decide a Bruxelles

L'European Crowdfunding Network (ECN), la principale organizzazione comunitaria per il fìnanziamento dal basso, lo scorso 18 ottobre 2018, ha tenuto la 7th ECN Crowdfunding Convention a Bruxelles. L'evento, organizzato a un anno esatto da quella dello scorso anno di Vilnius, ha visto la partecipazione di numerosi stakeholder europei del settore del crowdfunding, tra i quali politici e membri del Parlamento e della Commissione Europea.

Il convegno si è concentrato sulla European Crowdfunding Service Providers (ECSP) for business Regulation - meglio nota come Regolamento ECSP (Regolamento relativo ai fornitori europei di servizi di crowdfunding per le imprese - ECSP), di cui sono stati recentemente pubblicati degli aggiornamenti - che, tra l'altro, l'ECN ha provveduto prontamente a commentare.

Sulla base dell'agenda dell'evento riportiamo, qui di seguito, il nostro resoconto del 7th ECN CrowdCon e, in fondo alla pagina, la nostra fotogallery del convegno.

1. Welcome
Oliver Gajda, European Crowdfunding Network, apre l'evento presentano il programma giornaliero.
 
2. Opening
Jeff LynnSeedrs, introduce l'evento e il suo portale di equity crowdfunding.
Sottolinea come la frammentazione normativa rappresenti un ostacolo allo sviluppo del settore; ma si dice soddisfatto della Regolamentazione ECSP che - nonostante sotto certi aspetti debba essere rivista e/o è già stata modificata (come per il massimale dell'investimento, nell'arco di 12 mesi, pari - inizialmente - a un milione di Euro) - rappresenta una grande occasione per il finanziamento dal basso investment-based.
Una regolamentazione per l'intera UE sarebbe ottima per la diversificazione del proprio portafoglio di investimenti. Inoltre, con la ECSP Regulation, il legislatore europeo ha una grande occasione per realizzare una normativa semplice, ma efficace.

3. Keynote: Market and operating barriers in European crowdfunding
Il Prof. Matthias Klaes illustra interessanti dati sul crowdfunding in UE, UK e USA, che l'University of Buckingham ha raccolto nel corso del tempo. Tra le evidenze empiriche va rilevato che 1/3 delle piattaforme non fa operazioni cross-border. Nel settore investment-based non mancano altresì ostacoli alla creazione di un mercato transazionale.
La situazione attuale in Europa, mostra come gli UE27 siano ormai in ritardo rispetto al Regno Unito e, in tal senso, il futuro si giocherà sullo 'scaling' di cui la Regolamentazione ECSP rappresenta un punto chiave.

4. Panel: Differences between investment and loans
Pascal OuvrardLendix, introduce il panel sulle differenze tra equity e lending crowdfunding.
Olena HavrylchykUniversity of Paris l Panthéon-Sorbonne, descrive i suoi studi sul mercato dei presiti P2P, dando interessanti insight sul tipo di investitore e di prenditore di fondi.
Francois Carbone, Anaxago, parla dell'esperienza della sua piattaforma e Martin CookFunding Circle, illustra nel dettaglio il funzionamento del social lending - con particolare riferimento al Regno Unito, condividendo anche un progetto futuro per Funding Circle. Il portale sta cercando di raccogliere fondi per i prestiti peer-to-peer, che quota sul suo sito, anche da fondi istituzionali e non solo più da quelli retail. Il piano è in atto perché gli investitori professionali, prima di finanziare, vogliono vedere un track record di risultati.
Olena Havrylchyk, in qualità di economista, descrive - poi - le potenzialità e le attuali barriere ad una regolamentazione UE di equity e lending crowdfunding.
Infine, Martin Cook ribadisce che la principale differenza tra equity e lending crowdfunding riguarda il rischio sottostante, che - nel primo caso - è più elevato. Per questo nella Regolamentazione ECSP è necessario distinguere i due modelli, in quanto per gli investitori si tratta di due strumenti finanziari molto diversi.
In conclusione, un elemento su cui riflettere per il futuro è il fatto che in tutta l'UE ci sono piccoli player e individui che non riescono ad accedere al credito bancario e, forse, un mercato unico del crowdfunding - garantita da un regolamento univoco - potrebbe favorire l'accesso ai finanziamenti per questi operatori.

5. Keynote: Position of the European Parliament
E' il turno di Ashley Fox, membro del European Parliament, per uno dei momenti di discussione più interessanti della giornata.
Il parlamentare inglese si dice contento degli attuali passi in avanti fatta dalla Regolamentazione ECSP e concentra il suo discorso sulle ICO, sostenendo che - esclusi i casi come i private placement - si tratta di operazione non troppo dissimili da quelle di equity e lending crowdfunding, che possono - quindi - essere regolamentate come tali modalità di raccolta fondi.

6. Panel: Post-investment matters: SPV, secondary trading and the ongoing role of the platform
Jeff Lynn, Seedrs, modera il panel sul mercato secondario e sugli strumenti finanziari in grado di facilitare la compravendita di titoli equity e lending-based.
Il co-fondatore di Seedrs inizia descrivendo le modalità con cui, nell'equity crowdfunding, avviene l'acquisto di titoli azionari. C'è anzitutto il modello diretto, quello tipico italiano, in cui l'investitore compra direttamente le azioni o le quote societarie. Ci sono poi modelli indiretti, in cui per acquistare partecipazioni si ricorre a SPV (Special Purpose Vehicles) oppure a nominee structure - come avviene in UK.
Passa, quindi, ad illustrare che nell'equity crowdfunding la liquidità e - quindi - l'esistenza di un mercato secondario non è così essenziale, come - invece - in altri settori più tradizionali.

7. Keynote: Prospectives of the European Council
Harald SteinwendterAustrian Ministry of Finance, Chair of the Council Working Party on Crowdfunding, spiega il processo che ha portato alla formazione della Regolamentazione ECSP. Ribadisce che la frammentazione normativa sta fortemente rallentando la crescita del crowdfunding in Europa.

8. Discussion: Secondary trading 
David NelsonPrivanet, e Erlend Selmer, Crowdworks, presentano la seconda sessione sul mercato secondario per equity e lending crowdfunding. Mentre Privanet consente la realizzazione di exit, attraverso la rivendita delle proprie partecipazioni; Crowdworks offre una serie di servizi alle società che, dopo aver lanciato campagne di raccolta fondi, vogliono continuare a mantenere la trasparenza informativa, attraverso la disclosure dei dati.
La discussione quindi passa alla disamina della comunicazione a seguito di un progetto di crowdinvesting.

9. Guest Speaker
Ugo Bassi, DG FISMA - European Commission, accompagnato da Diego Valiante (che avevamo avuto l'occasione di intervistare lo scorso aprile sul Regolamento ECSP), da una insight sui lavori che la Commisione Europea sta attualmente portando avanti in tema di equity e lending crowdfunding, con particolare riferimento alla Regolamentazione ECSP e come quest'ultima si inserisca nei piani della Commissione per lo sviluppo di nuovi canali di finanziamento alternativi a quello bancario.
A conclusione del suo intervento rilascia una notizia incredibile circa il futuro della legislazione comunitaria sul crowdinvesting, affermando: «sono ottimista: credo che la Regolamentazione ECSP riesca a passare entro la fine di questo mandato».

10. Discussion: Transparency requirements by platforms and issuers
Ralph PieperKapilendo, con Lauren Fradgley, European Investment Fund (EIF) e Arnaud Houdmont, Better Finance, aprano la sessione pomeridiana del 7th ECN CrowdCon. Il loro panel è dedicato alla disclosure, ossia ai requisiti in tema di trasparenza, per piattaforme e emittenti - riprendendo, quindi, alcuni degli elementi in tema di disclosure affrontati nel secondo panel sul mercato secondario del crowdinvesting.

11. Discussion: Platform oversight and conduct
Vinay Pravijan, esperto sulla protezione dei consumatori, introduce il panel vero e proprio sulla regolamentazione. Partecipano Umberto PiattelliOsborne Clarke Italy, autore di un interessante libro sul crowdfunding, e Nikos DaskalakisFinance Watch.
L'Avv. Piattalli sottolinea come la standardizzazione del threshold in tutti i Paesi Europei potrebbe garantire una maggiore competizione nel settore. Allargando il discorso una normativa identica nell'intera UE sarebbe auspicabile e favorirebbe tutti gli stakeholder. Ciononostante non mancano esempi di provvedimenti europei che lasciano libertà decisionale ai singoli Paesi all'interno di una specifica forbice. Si pensi, ad esempio, al Prospetto: in Germania il limite di raccolta in 12 mesi è un milione di Euro, in Italia è pari a 5.

12. Panel: An adequate threshold for offering per 12 months - Speakers: Tero WeckrothInvesdorDaniel RajkurnarRebuildingsociety.comJorg DiehlAescuvest; Kimmo Lonmark, Privanet e Erlend SelmerCrowdworks
Tero WeckrothInvesdor, introduce il panel sul threshold, ossia la soglia massima di fondi raccoglibile nell'arco di 12 mesi - in linea con la Direttiva Prospetto.
Ricorda, poi, come già qualche anno fa avesse introdotto la questione per il suo portale in Scandinavia chiedendosi quale sarebbe dovuta essere la soglia massima raccoglibile su Invesdor da parte di un'azienda straniera. Se l'azienda che lanciava una campagna di equity crowdfunding fosse stata tedesca, il threshold sarebbe dovuto essere di un milione di Euro in linea con la normativa della Germania, oppure superiore come previsto in Scandinavia?
La discussione oggi, riprendendo quanto detto dall'Avv. Piattelli, verte - invece - sulla decisione di una soglia massima fissata dalla Regolamentazione ECSP, oppure un threshold variabile all'interno di una forbice che consenta ai singoli Paesi di scegliere l'importo massimo.
Daniel RajkurnarRebuildingsociety.comJorg DiehlAescuvest, Kimmo Lonmark, Privanet, e Erlend SelmerCrowdworks illustrano i propri punti di vista, concordando sul fatto che il threshold massimo raccoglibile in 12 mesi dovrebbe essere innalzato.
 Infine, Kimmo Lonmark ribadisce che non opteranno per il 'passaporto' previsto dal Regolamento ECSP, in quanto già detengono quello MiFID e per ottenere il 'passaporto' di piattaforma equity e lending significherebbe perdere automaticamente quello MiFID.

13. Insight: Crowdfunding for real estate
L'approfondimento sul real estate crowdfunding, presentato da Khanh Dang NgoExporo, che evidenzia come in Germania il segmento immobiliare sia quello cresciuto più velocemente nel crowdinvesting sulla base degli ultimi dati disponibili. Dopodiché si concentra sulla disamina del Regolamento ECSP e sulle modalità di funzionamento della raccolta real-estate-based in Germania.

14. Insight: Crowdfunding for renewable energy
Lucile de La Jonquière, Société Générale, parla delle applicazioni del crowdfunding al settore delle energie rinnovabili: un tema fondamentale in questo periodo storico. Cita, inoltre, un progetto cross-border sviluppato in comune con OnePlanetCrowd. Sottolinea, poi, come i progetti legati alla cd. energy transition siano poco bancabili e, quindi, il finanziamento collettivo diventa fondamentale in questo settore - soprattutto se coniugato, attraverso il match-funding, con fondi pubblici.
Lucile de La Jonquière, conclude sottolineando che SocGen non è, per niente soddisfatta, dell'inclusione dell'ICO nel Regolamento ECSP. Il parere della banca transalpina è quello che le ICO andrebbero regolamentate con altri provvedimenti staccati da quello per le piattaforme di equity e lending crowdfunding. In aggiunta evidenzia come per l'istituto francese, inizialmente, il 'passaporto' ECSP dovrebbe essere rilasciato solo agli UE27 e, solo in un secondo momento, anche agli operatori stranieri.

15. Discussion: Are ICOs fit for regulation? 
Robert MichelsDentons e Dalibor Cemy, DSTOQ, e Yannig Roth, WiSEED, sono i relatori per la discussione sulle Initial Coin Offering e sulle possibilità di regolamentarle.
Iniziano mostrando l'evoluzione della raccolta tramite blockchain e criptovalute, illustrando - in particolare - il caso di EOS che ha ricevuto più di 4 miliari di Dollari. Va, però, detto che numerosi sono i fallimenti e le frodi nel settore. Per questo una normativa sarebbe auspicabile, ma questa mattina Ashley Fox ha affermato che prima del 2020-2021 non ci sarà - presumibilmente - nulla. Al contrario negli Stati Uniti sono già avanti anche a livello legislativo. C'è poi un leggero scetticismo, anche se non diffuso tra tutti, sul fatto di poter lanciare ICO solo tramite piattaforme di crowdfunding per rispettare il Regolamento ECSP.

16. Insight: GDPR for crowdfunding platform
Valeria Hoffmann, Dentons, introduce il tema della GDPR applicata al crowdfunding, sottolineando come - a oggi - non ci siano previsioni specifiche per le piattaforme del settore. Passa quindi a spiegare velocemente quali siano gli elementi principali della GDPR da prendere in considerazione per i portali di finanziamento collettivo.

17. Insight: Marketing restrictions
Coenraad de VriesOnePlanetCrowd, descrive la discussa previsione del Regolamento ECSP in tema di marketing e le modalità con le quali le piattaforme di equity e lending crowdfunding possono promuovere le campagne.

18. Keynote: Pushing the EU agenda
Armando Melone, DG Grow - European Commission, mette l'accento sul fatto che dalla Commissione Europea stiano monitorando attentamente il settore del crowdfunding, che - recentemente - ha visto un consolidamento delle piattaforme. Per quanto riguarda le ICO ribadisce come il nuovo Regolamento ECSP sia all'avanguardia avendole inserite e che, in sostanza, la vera differenza con il crowdfunding sia legata alla tecnologia, piuttosto che agli strumenti di raccolta fondi.

19. Insight: Exploring blockchain for alternative finance
A conclusione dell'evento, Christin FriedrichECN, illustra brevemente i motivi per cui l'ECN stia attualmente studiando il settore della blockchain per la finanza alternativa, in particolare per il crowdfunding.




Commenti




Come finanziare una start-up innovativa
Come finanziare una start-up innovativa
G. Bartolomei, A. Marcozzi
2015
Criptoattività, Criptovalute e Bitcoin
Criptoattività, Criptovalute e Bitcoin
Stefano Capaccioli (a cura di)
2021
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova frontiera del dono
Crowdfunding e personal fundraising: la nuova ...
A. M. Siccardi, V. Vitali
2018
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione in Italia: il quadro generale
Crowdfunding e Regolamentazioni. La Tassazione ...
I. Cultera
2015
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare i tuoi progetti evitando le banche
Crowdfunding. Dai sogni ai soldi. Come finanziare ...
F. Troisi, A. Giusti
2014





PER CONOSCERCI MEGLIO

Chi siamo
About Us
FAQ
Privacy
Contatti
CROWD-FUNDING.CLOUD

©2021 Crowd-Funding.cloud
Credits: Realizzazione siti Torino